Una gestione delle risorse umane basata sulle competenze contribuisce all'eccellenza delle PMI

Una gestione delle risorse umane basata sulle competenze contribuisce all'eccellenza delle PMI

È chiaro che il team umano è uno dei fattori determinanti del successo di qualsiasi azienda, avere professionisti motivati e di talento non è solo un bene prezioso di per sé, ma è l’unico modo per sviluppare nuove idee di business, attrarre – e soprattutto fidelizzare – i clienti, e far crescere l’azienda in modo sostenibile nel lungo periodo.

 

Noi in CEDEC sappiamo che una corretta gestione delle risorse umane può fare la differenza nella performance delle PMI. Oggi vi parliamo della gestione basata sulle competenze, come metterla in pratica e i vantaggi che essa comporta per le aziende che si impegnano ad organizzare la selezione e lo sviluppo interno dei collaboratori basandosi su tale metodologia.

 

Cos’è la gestione basata sulle competenze?

 

Si tratta di un modello integrale di organizzazione delle risorse umane basato sull’identificazione delle competenze, conoscenze e attitudini richieste in ogni mansione al fine di stabilire requisiti quantificabili e poter valutare i risultati in modo oggettivo.

 

Pertanto, per poterla realizzare, è essenziale definire in modo chiaro e dettagliato le competenze richieste, stabilire gli indicatori per misurare le prestazioni e garantire così la qualità della diagnosi dei bisogni (formazione, rafforzamento delle capacità, pianificazione, uso di determinati strumenti) e il loro impatto sulle prestazioni delle PMI.

 

Quali sono i suoi vantaggi?

 

Questo modello di gestione consente di gestire le risorse umane in modo più efficace e coerente con la strategia complessiva dell’azienda, valorizzando le capacità e le qualità di ciascun dipendente a beneficio dell’azienda, incrementando così le capacità globale dell’organizzazione. Inoltre, trattandosi di un metodo più obiettivo di quello tradizionale, si evitano anche gli errori umani e si riducono al minimo le distorsioni nella selezione e nella promozione dei lavoratori.

 

Allo stesso tempo, massimizza lo sviluppo professionale di ogni dipendente, che non solo si traduce nella competitività dell'azienda, ma anche aumenta la motivazione del personale, aumentando la loro produttività e migliorando l'ambiente di lavoro.

 

Come metterla in pratica?

 

La gestione basata sulle competenze deve permeare tutte le aree delle risorse umane. Dalla selezione del personale, alla costruzione dei profili ideali per ogni posizione - che permette di trovare più facilmente il collaboratore giusto -, alla formazione - che individua le competenze da migliorare per poter svolgere al meglio ogni compito -, alla remunerazione - sia in termini economici sia di crescita all'interno dell'azienda.

 

Per metterla in pratica, quindi, è necessario partire dalla definizione di criteri di performance quantificabili e rilevanti per ogni posizione, al fine di selezionare le persone che meglio si adattano alle reali esigenze dell'azienda.

 

Ma l'implementazione di una gestione basata sulle competenze non finisce qui; i dati e le metriche delle prestazioni devono anche essere raccolti e analizzati in dettaglio, al fine di trovare le competenze ottimali empiricamente, in un processo di revisione costante.

 

In CEDEC, Centro Europeo di Evoluzione Economica, crediamo che le PMI debbano tenere conto di questa metodologia per la gestione delle risorse umane, in quanto permette loro di sfruttare al meglio le qualità di ogni membro del team per migliorare i risultati dell'azienda in modo globale, aumentandone la produttività e la competitività, e ponendola sulla strada più veloce per raggiungere l'Eccellenza Imprenditoriale.

 

Foto: https://www.lanacion.com.py/harvard-business-review/2017/08/06/gary-beck...

Design by IDWeaver