Quali competenze deve avere un imprenditore per ottenere un successo a lungo termine?

Quali competenze deve avere un imprenditore per ottenere un successo a lungo termine?

La digitalizzazione, l’orientamento al cliente, l’aumento della concorrenza, la riduzione del ciclo di vita dei prodotti… negli ultimi decenni il mercato ha subito molti cambiamenti e non è affatto un processo concluso.

 

Il mondo imprenditoriale sta sperimentando una continua rivoluzione, e solo le aziende capaci di adattarsi a questo ambiente, in continuo sviluppo, otterranno il successo a lungo termine.

 

In CEDEC sappiamo che l'agilità e l'adattabilità di una PMI dipende, in larga misura, dal fattore umano, che deve avere le competenze (e la preparazione) necessarie per affrontare ogni tipo di cambiamento.

 

E se questo è importante tra i lavoratori, lo è molto di più tra gli amministratori poiché essere un buon leader ora significa avere una visione del futuro...Ecco perché condividiamo alcune delle competenze chiave che i CEO e imprenditori devono sviluppare per adattarsi ai nuovi tempi.

 

Partecipazione alle risorse umane

 

Un buon imprenditore sa che il capitale umano è il più importante per aumentare la produttività e la competitività di qualsiasi azienda, ed è per questo che deve essere formato per individuare i talenti, essendo capace di riconoscere quali candidati dispongono delle qualità necessarie per portare maggior valore all’azienda.

 

Oltre a riconoscere i buoni lavoratori, bisogna anche saperli trattenere e motivare nella routine di tutti i giorni.

 

In questo senso, un CEO che vuole consolidare la sua azienda dovrebbe svolgere il ruolo di mentore nella sua organizzazione, pur rimanendo una figura accessibile e un membro del team. Un imprenditore che sa ascoltare i suoi lavoratori, che ha sempre il tempo di dare un'indicazione o di dare una mano, e che comunica chiaramente gli obiettivi dell'azienda saprà guadagnarsi il rispetto come leader e mantenere la coesione della forza lavoro.

 

Proattività

 

Dirigere non significa reagire ai cambiamenti, ma soprattutto cercare di anticiparli. E questo include sia le sfide del mercato che le trasformazioni che avvengono all’interno della PMI; e per raggiungere questo obiettivo, il lavoro di squadra è di nuovo essenziale, ma anche avere iniziativa, essere creativi e alla ricerca di nuove opportunità dove gli altri vedrebbero solo problemi.

 

Flessibilità

 

In un ambiente così volubile e competitivo, solo gli imprenditori con un atteggiamento flessibile saranno capaci di adattare la loro azienda ai cambiamenti.

 

Pertanto, il CEO deve avere un piano di crisi di fronte a possibili trasformazioni del mercato, ma deve anche essere in grado di rispondere rapidamente a qualsiasi evento imprevisto e non deve temere cambiamenti nei piani, poiché attenersi a una strategia che è diventata obsoleta porta inevitabilmente al fallimento.

 

In CEDEC, riteniamo che sia essenziale che gli imprenditori abbiano le competenze necessarie per adattarsi alle nuove esigenze e richieste del mercato, in quanto solo così potranno portare avanti la loro attività, garantendone la crescita e il raggiungimento dell'Eccellenza Imprenditoriale.

Design by IDWeaver