Pianificare il passaggio generazionale è fondamentale per le imprese familiari

Pianificare il passaggio generazionale è fondamentale per le imprese familiari

Il momento del passaggio generazionale costituisce una delle fasi più critiche in qualsiasi azienda a conduzione familiare e, infatti, ci sono relativamente poche aziende che riescono a sopravvivere oltre la seconda generazione. La fretta, la sfiducia in un nuovo tipo di gestione, la carenza di preparazione o di interesse, sono le insidie più comuni che si devono affrontare. Pertanto, nel momento in cui si decide che gli eredi prenderanno in consegna l'azienda, è essenziale realizzare una pianificazione attenta e con anticipo.

 

In CEDEC siamo estremamente consapevoli che preparare la successione nell'azienda di famiglia in modo tempestivo è fondamentale per il successo del processo. Ecco perché condividiamo questo articolo, in cui sono offerti alcuni suggerimenti di base, per evitare problemi al momento del passaggio del testimone.

 

Prima di tutto, bisogna procedere con calma: la pianificazione del passaggio generazionale non dovrebbe essere realizzata in seguito ad un evento imprevisto drammatico o con l'avvicinarsi dell'età pensionabile,ma dovrebbe essere contemplata molto prima. Certamente può essere difficile per il fondatore di un'azienda pensare che un giorno arriverà la fine del suo ciclo e le decisioni saranno prese da qualcun altro. Ed è ancora più difficile quando i figli non sembrano interessati a continuare l'attività. Ma poiché il momento della successione inevitabilmente arriverà, è meglio adottare una serie di misure per facilitare il passaggio generazionale.

 

In questo senso, è una buona idea includere nel protocollo familiare una proposta che funzioni come una tabella di marcia, per garantire la continuità generazionale, soprattutto nelle imprese più grandi. Tale proposta deve includere anche informazioni sull'azienda e sulla famiglia, deve descrivere le condizioni di integrazione nella società o negli organi di governo,le linee di condotta che segneranno la direzione del cambiamento generazionale, deve designare i membri della famiglia che potranno guidare l’impresa (o definire il metodo con cui si prenderà questa decisione), oltre che descrivere le caratteristiche delle varie posizioni che verranno ricoperte dai componenti della famiglia.

 

È altresì essenziale assicurarsi che gli eredi, non solo lo vogliano, ma siano anche in grado di gestire l'azienda. E’ inutile infatti esercitare pressione su un figlio che non vuole continuare l'attività, perché questo porta molto rapidamente al fallimento. Ma anche quando c’è la volontà, è importante che l’erede abbia una formazione adeguata ed una esperienza significativa, possibilmente sia all’interno dei diversi dipartimenti dell'azienda, sia in altre aziende del settore.

 

E’ importante che la “nuova linfa” apporti nuove idee, in grado generare una crescita della produttività dell’impresa e uno sviluppo del suo potenziale, senza che per questo l’azienda smarrisca la sua identità. Proprio quest’ultima è stata infatti fondamentale nel raggiungimento del
successo imprenditoriale. E in questo,la comunicazione gioca un ruolo essenziale, tra la generazione in ingresso e quella che se ne va. Pertanto, questa attività di comunicazione deve iniziare molto prima della fase della successione e deve essere mantenuta anche dopo.

 

Nonostante non sia sempre possibile, si raccomanda che ci sia una fase di transizione graduale, quando l'azienda passa dalle mani dei genitori a quelle dei figli (o di altri eredi). Cioè, la prima generazione non deve abbandonare le sue funzioni tutto ad un tratto, ma può continuare a passare dall'azienda, per svolgere attività commerciali e per consigliare i parenti, poiché la sua conoscenza della società è molto approfondita. Tuttavia, deve anche fare affidamento sulla seconda generazione e sulle sue competenze, oltre ad evitare interferenze eccessive che possano limitare una nuova leadership efficace. Inoltre, va tenuto in considerazione che se si organizza la successione in una fase economica favorevole per l'azienda, sarà molto più facile garantirne la futura stabilità.

 

In CEDEC, Società di Consulenza in Organizzazione strategica, riteniamo che sia essenziale per le imprese familiari preparare il loro piano di successione in modo ragionato. Solo così sarà possibile aumentare le possibilità di sopravvivenza delle imprese, gettare le basi per una crescita a lungo termine e per il raggiungimento dell'Eccellenza Imprenditoriale.

 

Design by IDWeaver