IL BALZO NELL’ECCELLENZA IMPRENDITORIALE

Con il termine burocrazia s’intende l’organizzazione di persone e risorse rivolte alla realizzazione di un fine collettivo secondo criteri di razionalità, imparzialità e impersonalità.
 
La cultura italiana porta a mal sopportare tutto ciò che viene percepito come burocratico.
 
In altre culture è più radicato il significato originario e positivo del termine (dal francese bureau ”ufficio” collegato al greco krátos ”potere”), volto a indicare l’eliminazione del libero arbitrio nell’esercizio di un potere personale.
 
La nostra cultura è improntata a una forte avversione verso tutto ciò che è fatto di regole, processi, carta e più in generale verso le metodologie.
 
E proprio questa è l’argomentazione che viene spesso utilizzata dai Titolari delle PMI per giustificare il fatto che le loro aziende, ad esempio, non sono dotate di un sistema di qualità: l’eccessiva burocrazia del sistema stesso.
 
In taluni casi possiamo essere d’accordo con quest’affermazione in quanto l’esperienza di 50 anni di collaborazione con le PMI ci ha portato a prendere visione di sistemi di qualità farraginosi e complicati, sviluppati senza pensare alle necessarie personalizzazioni che le peculiarità e le tipicità di ogni organizzazione impongono. Ma non bisogna confondere la causa con l’effetto e per questo essere avversi a ogni regola.
 
Indipendentemente dall’adozione di un vero e proprio sistema di qualità con relativa certificazione da parte degli enti preposti, è comunque fondamentale che anche nelle PMI siano presenti metodologie in grado di assicurare (alla PMI stessa e ai suoi clienti) che il risultato di un certo processo è conforme alle attese stabilite. E se ciò non avviene, essere in grado di rilevarlo, misurarlo e rapidamente correggerlo.
 
E’ solo in questo modo che si può garantire ai clienti la qualità delle lavorazioni e dei prodotti forniti e, in definitiva, essere apprezzati e riconosciuti come leader di mercato.
 
Una buona metodologia realmente applicata è quindi garanzia di ottimizzazione nell’uso delle risorse interne (efficienza) e di capacità di soddisfare le esigenze del mercato (efficacia).
 
E proprio in questi tempi, in cui le risorse sono limitate e la competizione è agguerrita, essere efficienti ed efficaci è l’unico modo per acquisire dei vantaggi competitivi nei confronti dei concorrenti e distinguersi come azienda d’eccellenza.
 
Per questo CEDEC raccomanda ai suoi clienti e interviene presso le loro organizzazioni per introdurre sistemi e regole certe e facilmente applicabili che li possano portare rapidamente verso l’ECCELLENZA IMPRENDITORIALE: oggi non c’è più spazio per essere dei mediocri, o si eccelle nel proprio settore e si è protagonisti oppure si è destinati a un declino che presto porterà l’azienda fuori dal mercato.
 
Oggi, come 50 anni fa, CEDEC è l’ALLEATO delle PMI che con la sua esperienza, ma anche il suo spirito critico, è in grado di consigliare e guidare gli Imprenditori verso le scelte più adatte alle necessità delle loro aziende.
 
Le metodologie che hanno decretato il successo della collaborazione di Cedec con le PMI presuppongono la condivisione di un percorso che parte da un’attività tanto semplice quanto importante: la Diagnosi di Performance. Un primo passo con il quale prendere piena consapevolezza dei punti di Forza e di Debolezza della propria organizzazione e dotarsi di un Piano d’Azione per migliorare le performance aziendali.
 
Cominciamo subito questo cammino facendo un piccolo passo insieme che è un grande balzo verso l’ECCELLENZA IMPRENDITORIALE: oltre 40.000 aziende in Europa l’hanno già fatto!

Design by IDWeaver