I vantaggi delle piccole e medie imprese

I vantaggi delle piccole e medie imprese

In Italia, il 99% del tessuto imprenditoriale è costituito da PMI e, sebbene la loro attività sia fondamentale per l'economia del nostro paese, è chiaro che essere una grande azienda porta con sé innumerevoli benefici, soprattutto in termini di produttività e generazione di economie di scala. Ma questo non dovrebbe far pensare, alle piccole e medie imprese, di non poter competere, da sole, con le grandi multinazionali.

 

In CEDEC riteniamo essenziale che le piccole e medie imprese sappiano sfruttare i vantaggi competitivi delle piccole e medie imprese. Ecco perché evidenziamo alcune delle caratteristiche delle PMI che possano aiutarle ad adattarsi al mercato, ad aumentare il numero di clienti o attirare grandi investitori.

 

Più flessibili

 

Una grande azienda ha una struttura ampia, quindi qualsiasi cambiamento (nella strategia, nelle procedure, nel team, nell'organizzazione o in qualsiasi altro aspetto dell'attività) comporta una maggiore burocrazia, che può rallentare l'intero processo.

 

La PMI, invece ha una struttura e una gestione molto più semplice, che le permette di adattarsi più rapidamente alle variazioni del mercato, un vantaggio particolarmente rilevante se si tiene conto dell'attuale contesto economico, dove i cambiamenti sono costanti.

 

Allo stesso modo, ciò è importante anche per trarre vantaggio da nuove o piccole nicchie di mercato, che un'azienda più grande potrebbe non essere in grado di individuare.

 

Più vicine al cliente

 

Una PMI è più vicina ai clienti, il che le permette di percepire in anticipo i cambiamenti del mercato (strettamente legati al vantaggio precedente), ma permette anche un rapporto più stretto e personale con i clienti, che si traduce in una maggiore fidelizzazione e facilita la personalizzazione dei servizi per soddisfare ogni esigenza.

 

Con un team umano più coinvolto

 

La stessa cosa che succede con i clienti, succede con i dipendenti dell’azienda: poiché c’è una maggiore vicinanza al management, è più comune che il dipendente sia coinvolto negli obiettivi dell'azienda. Inoltre, lo sviluppo può anche essere più semplice nelle PMI, poiché la struttura è meno rigida, i professionisti possono avere più libertà nei loro compiti, il che favorisce il pensiero creativo e globale.

 

Più preoccupate per la qualità

 

In generale le PMI non possono competere sul prezzo, quindi lo fanno attraverso la qualità. Inoltre, le PMI, tendono a conoscere meglio il loro settore, essendo in contatto diretto con esso giorno per giorno, il che permette loro di dare un'immagine di esperienza, sicurezza e fiducia.

 

Collaborano con altre PMI

 

Uno dei grandi svantaggi delle piccole e medie imprese è la difficoltà di generare delle economie di scala, ma questo si può risolvere, in parte, creando delle alleanze e sinergie con altre PMI, che lavorano in spazi complementari, sfruttando l'aspetto differenziale di ciascuna a beneficio di tutti.

 

In CEDEC, Centro Europeo di Evoluzione Economica, riteniamo essenziale che le PMI cerchino di crescere, ma anche che approfittino dei vantaggi competitivi della loro dimensioni e del loro modello di business per differenziarsi dalle grandi multinazionali, attrare e mantenere nuovi clienti. In questo modo saranno in grado di avanzare nel loro percorso verso l'Eccellenza Imprenditoriale.

 

Design by IDWeaver