Cosa significa lavorare col metodo "a progetto" e fare in modo che funzioni?

 Cosa significa lavorare col metodo "a progetto" e fare in modo che funzioni? Catégorie *

Molte imprese stanno cambiando il loro modo di lavorare per adattarsi ai tempi nuovi. Pertanto le strutture rigide e gerarchiche perdono peso, mentre acquista importanza l’organizzazione orizzontale, più agile e flessibile. Allo stesso tempo, invece di privilegiare le tradizionali aree funzionali dell’impresa, si è deciso di lavorare con il metodo “a progetto”, riunendo in una sola squadra, persone provenienti da diversi dipartimenti e che quindi possono apportare proprie conoscenze e competenze.

 

In CEDEC sappiamo che i vantaggi nel lavorare con la modalità del progetto sono numerosi: i costi sono ridotti, i ritardi nelle consegne degli ordini diminuiscono, il ritorno sull’investimento è più importante … ma per conseguire tale obiettivo, è necessario applicare correttamente questa mentalità di lavoro.

 

Come abbiamo detto in precedenza, il lavoro in modalità progetto consiste nel concentrarsi su obiettivi precisi, piuttosto che eseguire procedure ricorrenti. A tal fine, l’importanza dei capi progetto è accresciuta a discapito dei responsabili dei dipartimenti tradizionali. Questa nuova organizzazione del lavoro permette di adattarsi più rapidamente ai cambiamenti dell’ambiente esterno; ma per essere veramente efficace, l’impresa deve rispettare le differenti esigenze, enunciate di seguito:

 

Definire gli obiettivi correttamente

 

L’elemento principale, quando si lavora a progetto, è fissare degli obiettivi, come anche porre le basi per raggiungerli, fissando una scadenza appropriata per ciascuno di essi. In aggiunta, è essenziale fissare degli obiettivi collettivi, per evitare che una singola persona tenti di approfittare del lavoro del resto del gruppo a titolo personale.

 

Contare su profili polivalenti

 

E’ importante che i lavoratori siano capaci di esercitare funzioni diverse per progetti differenti, così da organizzarsi in maniera autonoma per svolgere diversi compiti allo stesso tempo senza trascurarne nessuno.

 

Inoltre l’impresa deve puntare sulla formazione continua dei professionisti, affinché questi possano utilizzare le innovazioni che si presentano, aumentando il proprio valore per l'azienda, ma anche al fine di favorire la possibilità di trattenere dei talenti.

 

Favorire la collaborazione

 

Il Project Manager deve determinare in maniera chiara i compiti e le responsabilità specifiche di ogni esponente del gruppo, ma deve in egual misura tentare di facilitare il lavoro degli altri membri di ciascuno dei gruppi a cui questi partecipano.
Bisogna tenere presente che, poiché i gruppi di lavoro non sono fissi, è più facile scontrarsi con criticità tra i diversi professionisti; bisogna dunque prestare attenzione ad affrontare alla radice tutti i problemi che potrebbero influire sulla performance del gruppo.

 

Promuovere una buona comunicazione interna

 

Uno degli inconvenienti del lavoro a progetto è che può perdere efficacia laddove l’impresa debba confrontarsi con processi ripetitivi, oppure con progetti simili a quelli già realizzati. Per evitare questo rischio, è essenziale che le informazioni ottenute in un determinato progetto siano disponibili per l'intera azienda, in modo che possano essere utilizzate come base per la realizzazione di aspetti successivi. Disporre di canali di comunicazione interni come una intranet, oppure organizzare riunioni periodiche può contribuire a garantire che le informazioni raggiungano tutti i lavoratori.

 

Design by IDWeaver