Come dovrebbe essere il leader di una PMI?

Come dovrebbe essere il leader di una PMI?

La mancanza di leadership può causare il fallimento di una piccola e media impresa, anche quando ha un prodotto o un servizio interessante. Essere il capo non è sempre facile, né il lavoro di squadra è necessariamente un processo semplice. Ecco perché la capacità manageriale e la capacità di influenzare e motivare i collaboratori è fondamentale per ogni azienda per raggiungere i propri obiettivi.

 

In CEDEC sappiamo che essere leader di una PMI è una grande responsabilità, soprattutto in un contesto come quello attuale, in cui le aziende si evolvono a passi da gigante e l'ambiente è sempre più competitivo.

 

Non dobbiamo perdere di vista il fatto che i nuovi modelli di organizzazione aziendale e le metodologie agili hanno significato un cambiamento importante all'interno delle aziende, alcune delle caratteristiche di un buon leader di venti o addirittura dieci anni fa non sono oggi più valide. Quindi, un buon dirigente non ha paura di innovare i settori dell'azienda, è capace di individuare le opportunità incipienti e di stimolare la creatività dei suoi collaboratori. Quelle che seguono sono le 5 competenze essenziali per svolgere una buona leadership.

 

Visione del futuro

 

Un leader efficace deve avere un'ottima visione strategica, sapendo come fissare e dare priorità agli obiettivi e permettendo al proprio team di decidere il modo migliore per raggiungerli.

 

Centrato sul cliente

 

L'azienda di successo è incentrata sul cliente, cioè quella che pone il cliente al centro dell'intero modello di business. Un buon capo, quindi, deve sempre avere questo obiettivo in mente.

 

Si fida dei collaboratori

 

La fiducia è fondamentale affinché i collaboratori abbiano il coraggio di proporre e testare nuove idee, sapendo che avranno l'appoggio del loro capo. Inoltre, incoraggia la comunicazione dal basso verso l'alto, con un atteggiamento ricettivo a tutti i messaggi, per sfruttare al meglio il talento di ogni dipendente, ed è sempre trasparente e onesto nelle sue risposte.

 

Persuasivo

 

Non impone con forza le sue idee, è in grado di comunicare i vantaggi proposti in modo molto più efficace, presentando le idee con entusiasmo e convincendo naturalmente il resto del team. Non si limita a ispirare con le parole, ma invece di dare ordini, esercita l’autorità motivando con l'esempio.

 

Enfasi sulla velocità

 

In un clima di continui cambiamenti nel mondo degli affari, vince chi è in grado di testare un'alternativa che funziona nel più breve tempo possibile. Cioè, il manager deve anteporre la velocità al perfezionismo, per creare e testare una nuova idea. E' così che accelera la produttività.

 

In CEDEC, il Centro Europeo di Evoluzione Economica, riteniamo fondamentale che il leader di ogni azienda, soprattutto di una PMI, sappia trovare la strada che porterà all'Eccellenza Imprenditoriale, essendo in grado di determinare gli obiettivi dell'azienda e motivando il team a raggiungerli. Ecco perché è importante esercitare l'autocritica, cercare gli errori che si possono commettere e sviluppare le competenze che lo renderanno il miglior capo.

 

Design by IDWeaver